Notizie

Google brevetta un nuovo sistema di proiezione

15 Mag , 2015  

Le pareti di casa come schermi. Potrebbe essere questa una nuova trovata di Google. Come riporta Quartz, in un suo brevetto registrato dal colosso di Mountain View che delinea un sistema di proiezione che consente la visualizzazione di immagini su un muro  dipinto con vernice foto-reattiva. L’idea sarebbe quella di trasformare qualsiasi parete in uno schermo e-book.

Il brevetto suggerisce una serie di temi diversi che possono essere visualizzati nella parete, ad esempio aggiungere ragnatele e ragni alle pareti per la festa di Halloween.

Il brevetto suggerisce che la tecnologia sarebbe in grado di aggiornare le immagini proiettate abbastanza spesso e rapidamente anche per sostenere anche video.

Come funziona

In sostanza la porzione di muro sul quale potrà essere stesa la vernice può essere paragonata ad un enorme display e-ink: quando il fascio di luce emesso dal proiettore produrrà un “tema”, esso colpirà la parete, quindi la vernice che di conseguenza da trasparente assumerà le forme e i colori non solo delle immagini ma anche dei video. La foto rimarrà impressa sullo schermo foto-reattivo sino a quando non ne sarà proiettata una nuova.

colorcorrected-20

La cosa interessante è che qualsiasi superficie potrà essere rivestita in vernice foto-reattiva trasparente, il che significa che si potrebbe, teoricamente, trasformare una casa intera in un televisore.

Google, interpellata da Quartz, ha risposto:

“Deteniamo brevetti su una serie di idee: alcune di queste idee maturano poi in prodotti o servizi reali, altri no. Le notizie su prodotti futuri non devono necessariamente essere dedotte a partire dai nostri brevetti”.

Nonostante questo , il brevetto assegnato oggi a Google, dipinge un quadro interessante sul futuro del consumo dei media. Si dice che  le immagini proiettate potranno essere controllate da un computer o un telefono cellulare, il che significa che il sistema potrebbe effettivamente essere l’estensione logica del dispositivo di streaming Chromecast dell’azienda.

Resta da vedere quando,come ma soprattutto se sono presenti le tecnologie necessari per realizzare un simile dispositivo o se questo brevetto faccia parte di un ennesimo progetto della lungimirante azienda.

, , ,